Sito in restyling

Alcune immagini non sono al momento visualizzabili ma...stiamo lavorando per voi!

50 sfumature di ... noia! Pseudo-recensione (... ''se fossi mia ti legherei''!!! XD)

Cari amici...siete ancora li?  

Sono secoli che non scrivo sul blog e che non scrivo una delle mie pseudo-recensioni! Chi in passato mi leggeva sa che le recensioni tecniche le lascio a chi è, sicuramente, più competente di me, ciò che scrivo, pertanto, è solo la mia modesta opinione.

Bene, bene... 50 Sfumature di Grigio... il caro Mr.Grey (ottimo direi...) e la buffa e goffa Anastasia... Trasposizione cinematografica del best seller di James E.L. sul quale non esprimo giudizi non avendolo letto, ma del resto, la trama è quella...

Allora, dopo una pubblicità assurda, articoli, post e passaparola su come questo film fosse interessantissimo da vedere, nonostante il genere sia quanto di più lontano dai miei gusti mi accingo ad andare a vederlo.

Credetemi, ho lottato contro il sonno a partire dai primi venti minuti e per tutto il resto della pellicola....
 Si comincia....

Per un colpo di (s)fortuna, la giovane studentessa di letteratura Anastasia si trova a sostituire l'amica  e coinquilina Kate, beccatasi l'influenza, in un intervista ad un bellissimo giovane uomo di successo, amministratore delegato della Grey Enterprises Holdings Inc.

Giusto per farci riconoscere subito,  la signorina Anastasia Steele inciampa come mette piede nell'ufficio dell'amministratore, che tra l'altro, lei non sa essere così affascinante.

Dopo scuse, palpitazioni e balbettamenti vari, la signorina Steele riesce a proporre a Mr.Grey le domande dell'intervista, fa un osservazione, a parer mio, di nessuna particolare brillantezza e Mr.Grey sembra folgorato, ne vuole sapere di più di questa ragazza goffa, di una bellezza nella media e con doti intellettive non particolarmente brillanti.
Intanto si salutano, ansimando nel pronunciare i loro rispettivi nomi, quando le porte dell'ascensore si chiudono separandoli.

Si rincontrano successivamente, lui va a comprare degli attrezzi per il ''fai da te'' proprio nel negozio dove lavora Anastasia, e compra corde, fascette ferma cavi...nastro adesivo che io qualche domanda me la sarei posta dato che Mr.Grey da solo non apre nemmeno la portiera dell'auto figurarsi se si dava al fai da te....
Comunque, si ritrovano per un caffè, poi Mr.Grey riacquista la ragione e l'allontana...''No, Anastasia...non sono l'uomo per te...tu non mi conosci...'' .
Anastasia per dimenticare questa sparata del cavolo la sera se ne va al bar a farsi qualche bicchierino e, mentre è in fila per la toilette, le viene la brillante idea di informare il mondo che era li in fila  nella speranza che il bagno si liberasse prima di farsela nei pantaloni, a chi telefona secondo voi per dare questa fondamentale notizia? ...Ma lui certo che è lui...Mr.Grey! Poi lei gli chiude il telefono in faccia, lui la richiama e le chiede in che bar è, lei non risponde...ma lui miracolosamente arriva proprio in quel bar e la salva da un bacio indesiderato.

Poi Mr.Grey  porta Anastasia a casa sua, ma non la importuna...perché non ha dato il consenso ad essere sua!!! E si, perché Anastasia non aveva capito che Michele Zarrillo ci aveva visto giusto quando cantava ''Se fossi mia ti legherei....'' occhio Anastasia che Mr.Grey è un po' particolare....

Comunque dopo varie contrattazioni su quello che sarebbe stato il loro rapporto, suggellato da un contratto con regole sottoscritte da Anastasia, comincia una relazione fatta di teneri momenti  e giochi erotici estremi. Mr.Grey nasconde un passato che lo ha portato a sviluppare gusti particolari in tema di sessualità. Anastasia si trasferisce da lui, Grey tra una frustata  e l'altra le regala un macchinone e si permette di vendere la macchinina di Anastasia senza nemmeno chiederle il consenso!

Ma la piccola  e ingenua Anastasia è una testa pensante e vorrebbe redimerlo, facendogli vivere un rapporto un tantino più naturale, ma all'ennesima cinghiata si.....


***SPOILER***









***Non leggere se non vuoi conoscere il finale***







***SPOILER***


...all'ennesima cinghiata, si incavola  e se ne va....le porte dell'ascensore si richiudono nuovamente lasciandoli ansimanti nel pronunciare i rispettivi nomi!








***FINE SPOILER***





Allora, posto che un incontro del genere sarebbe potuto avvenire ed avere un prosieguo solamente in un film/romanzo...  Del tutto assurdo che l'amministratore delegato di una grande società, tra l'altro superfigo e spregiudicato, possa dedicare anche solo 10 minuti del suo tempo all'Anastasia della situazione. Voglio dire, ok che i film non debbano essere per forza veritieri ma un minimo di verosimiglianza debbono averla, altrimenti non consentono l'immedesimazione dello spettatore.

Poi, per quanto invaghita, tenendo conto della sua condizione di inesperienza, una ragazza nella vita reale sulla soglia della stanza dei giochi sarebbe corsa via a gambe levate...

Oltre al fatto che Mr.Grey aveva una scelta molto assortita in tema di donne, anche solo nel suo ufficio, e chi sceglie ... Anastasia! ...e non ditemi che Anastasia abbia compensato la sua media bellezza con spiccate doti intellettive, carismatiche e intellettuali....

Ormai è visto, ma non avendo io avuto alcun interesse ad accertarmi se la storia continuasse nel romanzo e se ci sarà un prosieguo, vuol dire che questo film mi ha soddisfatto tanto quanto un caffè lasciato a raffreddarsi nella tazzina in inverno!
Liberissimi di andare a vederlo ma... se cercate una bella storia d'amore non è il film giusto...
Se cercate la storia soft-hard anche qui c'è poco di interessante....
Se cercate una commedia divertente ed erotica, meglio un intervista a Rocco Siffredi!
Se cercate un sonnifero...questo film fa per voi!!!
























6 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Questo è un tipo di film che proprio non mi attrae. Roba che se mi dicessero "ti pianto una pallottola nella testa se non lo guardi" io mi farei sparare! E dopo questa recensione sono ancora più convinto del fatto che ne starò alla larga.

Miss Artemisia ha detto...

Beh tra il film e un colpo di pistola sceglierei il film! Cmq lento noioso e di una trama nn confacente ai miei gusti!

Nick Parisi. ha detto...

mi sa che me lo eviterò tranquillamente questo film.

Tomaso ha detto...

Mi sa che sapendo che mi trovo in casa nel divano non mi spavento troppo!!!
Cara Artemisia, i film quanto ti lasciano sempre in ansia sono belli da vedere sapendo che è solo un film. Ciao e buona settimana cara amica.
Tomaso

Patalice ha detto...

io il libro non l'ho letto, ed il film non mi ispira, sebbene ieri fosse al cinema in offerta, non mi è minimamente venuto in mente di schiodare il culo dal divano

Ciccola ha detto...

Non ho letto il romanzo e non vedrò il film. Tra l'altro ne ho sentito parlare così tanto che se anche avessi avuto una mezza idea di vederlo ormai l'ho preso in antipatia ^_^ Di sicuro mi sembra abbastanza irreale, ma forse rappresenta una fantasia erotica di molte donne (far colpo sul figo pieno di soldi)?

Posta un commento